All for Joomla All for Webmasters

Mobilità sostenibile: Münster, signora delle due ruote

Mobilità sostenibile: Münster, signora delle due ruote

Più che una città a misura d'uomo, Münster, è una città a misura di ciclista. Le biciclette, infatti, in questa vivace cittadina tedesca superano di gran lunga gli abitanti.

​Ottenuto il proprio mezzo, il piacere di godersi Münster da ciclista è impareggiabile. Le due ruote sono infatti perfette per esplorare oltre alle vie del centro anche i numerosi spazi verdi che insieme alla pianura agricola circostante fanno da polmone alla città. Piacevolissima la passeggiata lungo il viale che costeggia le antiche fortificazioni o ancora quella che permette di godere del lago Aasee a sud-ovest del nucleo abitato. La bici è infine perfetta per ammirare le numerose istallazioni artistiche che arricchiscono ulteriormente le vie cittadine ed i dintorni durante lo Skulptur Projektee un'importante manifestazione internazionale di scultura che si tiene in città ormai da 38 anni in concomitanza alla kermesse di arte contemporanea Documenta di Kassel. Al termine dell'evento al quale prendono parte artisti di fama internazionale molte opere vengono acquistate dalla città e mantenute nei luoghi in cui gli autori le avevano concepite. 

​Oltre che per la sua vocazione ciclistica, vale la pena visitare questa cittadina, situata nella regione Nordrhein Westfalen per diversi altri motivi. Innanzi tutto Münster è sede della terza università della Germania e le sue origini risalgono alla fine del XVI secolo. I suoi numerosissimi iscritti, ben 45.000 , ne fanno un centro giovane e vitale dalla brillante vita culturale ed anche notturna grazia ai numerosi localini e pub in cui trascorre il tempo in modo spensierato sorseggiando un buon bicchiere di birra. Ma Münster è allo stesso tempo una meta interessante per la sua antichissima storia, fondata nel 793 come monastero, fu città vescovile e membro della lega anseatica, nel 1648 ospitò, in una delle sale del suo bellissimo municipio gotico i delegati che firmando la Pace di Vestfalia misero fine alla Guerra dei Trent'anni riportando così la pace in Europa. 

Ancora il nome di Münster è legato alla corrente degli anabattisti, gruppo di protestanti che, radicalizzando l'insegnamento di Lutero finirono per essere perseguitati e sterminati. Ancora oggi, ammirando la splendida chiesa di San Lamberto non si possono non notare delle grandi gabbie sospese nel vuoto in cui si racconta che furono tenuti prigionieri proprio i capi degli anabattisti responsabili di aver istituito una città stato indipendente a scapito dei principi tedeschi e di aver instaurato un clima di terrore e repressione e di voler sovvertire il cristianesimo. Ancora oggi, passeggiando per le vie di Münster se ne godono gli straordinari tesori: la cattedrale gotica del XIII secolo con al suo interno un antichissimo orologio in legno e la zona pedonale con molte case in stile gotico e rinascimentale, bisogna però dire tuttavia che durante la seconda Guerra mondiale a causa di un bombardamento la città fu quasi totalmente distrutta ed il suo centro storico è stato successivamente ricostruito cercando di mantenerne l'antico splendore e l'inconfondibile architettura. Interessanti sono anche i numerosi negozi in cui acquistare prodotti tipici non solo della città , ma di tutta la regione, spaziando dal cibo, alla birra all'artigianato locale. Per raggiungere Münster ci si può avvalere dell'Aeroporto internazionale, di Münster-Osnabrück (FMO), che sorge a 25 km dalla città, della rete autostradale tedesca attraverso la Autobahn A1, della stazione ferroviaria principale (Münster Hauptbahnhof) collegata con le principali città della Germania o della la rete ferroviaria regionale della Nord Reno-Vestfalia.

La buona abitudine di mangiare carote
Biolife, la natura va in scena

Related Posts

 

Commenti

Ancora nessun commento
Already Registered? Login Here
Ospite
Giovedì, 30 Giugno 2022

Immagine Captcha

Ricevi i nuovi articoli via email

Vai all'inizio della pagina