All for Joomla All for Webmasters

Lenticchie non solo a Capodanno

lenticchie
La notte di San Silvestro è ormai alle porte e con essa il tradizionale cenone di Capodanno. Tra le pietanze che faranno bella mostra di se non mancheranno di certo le lenticchie accompagnate al tradizionale cotechino o allo zampone.

Le lenticchie infatti, vengono annoverate tra i cibi portafortuna che promettono di assicurare ricchezza e prosperità per il nuovo anno. Si tratta di una credenza che affonda le sue radici nell'antica Roma ma che continua ad avere successo ancora oggi.
Relegare le lenticchie al solo cenone di Capodanno sarebbe però un vero peccato poiché questo antichissimo legume è ricco di proprietà nutrizionali da sfruttare tutto l'anno. Di lenticchie ne esistono diverse varietà a seconda del colore e della grandezza e proprio l'Italia ne produce alcune qualità molto pregiate. Basti pensare alle lenticchie di Norcia, dotate di certificazione IGP oppure a quelle di Colfiorito, o ancora alle lenticchie verdi di Altamura, a quelle di Ustica e di Villalba, caratterizzate dal fatto di essere piuttosto grandi.
Perché mangiare lenticchie
Le lenticchie sono molto nutrienti: 100 grammi apportano infatti 116 calorie. Contengono circa 0,4 g di grassi, 2 mg di sodio, 369 mg di potassio, 20 g di carboidrati, 8 g di fibra alimentare, 9 g di proteine.
Addirittura, quanto a ferro (3,3 mg), superano la carne, ma purtroppo il suo assorbimento è ridotto e le proteine contenute nelle lenticchie scarseggiano di alcuni aminoacidi essenziali cioè di cisteina e metionina.
Rimangono comunque un valido supporto nelle diete vegetariane e vegane. Le lenticchie sono inoltre prive di glutine e vanno dunque benissimo per chi soffre di celiachia.
Sono ancora ricche di calcio (19 mg) indispensabile per la salute delle ossa, per il buon funzionamento dei muscoli e per il benessere dei nervi e di magnesio (36 mg).
L'alto contenuto di fibre favorisce il transito intestinale contrastando la stitichezza, dona un piacevole senso di sazietà e riduce l'assorbimento di zuccheri semplici e di grassi. Sono pertanto ottime sia per chi segue una dieta dimagrante che per chi soffre di diabete.
Le lenticchie contengono sostanze antiossidanti come gli Isoflavoni e la Vitamina C (1,5 mg) utili per contrastare l'attività dei radicali liberi
Sono molto ricche di vitamine del gruppo B, contengono infatti Vitamina B6 (0,2 mg), vitamina B3, importante per equilibrare il metabolismo energetico e ridurre i trigliceridi nel sangue. Folati (vitamina B9) importanti per garantire il normale funzionamento cellulare e la crescita dei tessuti, I filati inoltre, durante la gravidanza contribuiscono a prevenire gravi malattie fetali. La vitamina B3 (niacina)entra in gioco nelle funzioni digestive, nelle patologie cardiovascolari e dermatologiche. La vitamina B5 (Acido Pantotenico) stimola le difese immunitarie e favorisce la cicatrizzazione delle ferite. Le lenticchie sono infine ricche di Tiamina, utile per favorire la memoria e la concentrazione;

Esistono numerose ricette a base di lenticchie, si va dalla semplice zuppa alla zuppa contadina con ortaggi di stagione ed altri legumi, si possono mangiare con cereali come pasta, riso, farro, orzo o ancora accompagnare con la quinoa, sono ancora perfette per preparare hamburger vegetariani ottimi come sostituto della carne anche se non si segue una dieta vegana.
Controindicazioni
La presenza di ossolati potrebbe essere responsabile della formazione dei calcoli renali, mentre l'acido ftico altera l'assorbimento di ferro e zinco, ma per contrastarlo basta tenerle in ammollo e gettare via l'acqua. Altri effetti collaterali sono la flatulenza e il gonfiore ma si tratta di controindicazioni che si possono facilmente attenuare scegliendo legumi decorticati o utilizzando un passaverdure. 

Aosta, un gioiello che splende tra le Alpi
Bicarbonato, la soluzione naturale ai pesticidi

Related Posts

 

Commenti

Ancora nessun commento
Already Registered? Login Here
Ospite
Mercoledì, 18 Maggio 2022

Immagine Captcha

Ricevi i nuovi articoli via email

Vai all'inizio della pagina